Notizie

Domus Venetkens

21.12.2018 00:15
ANTILABE’  “Domus Venetkens”       (LIZARD CD 0143)
barcode: 8003102201438
 
“Domus Venetkens” è il terzo album per i trevigiani ANTILABE’, stavolta in forma di suite in dieci parti, a raccontare un lungo viaggio, storia di migrazioni venete che arrivano da lontano prima di stabilirsi nell’attuale nord-est italiano.  Un viaggio dal respiro mediterraneo dipinto da incantevoli tessiture prog-etno-jazz in cui non mancano brillanti citazioni classiche tratteggiate da un pianoforte Steinway del 1921.
Tra eleganti e trasversali sonorità jazz-rock dai rimandi seventies e raffinati tratti sinfonici, “Domus Venetkens” è probabilmente il lavoro più entusiasmente in casa Antilabe’ nel loro percorso venticinquennale.
 
Graziano Pizzati – pianoforte a coda Steinway, tastiere
Adolfo Silvestri – basso acustico, elettrico e fretless, bouzouki
Carla Sossai – voce
Luca Crepet – batteria, percussioni, vibrafono
Luca Tozzato – batteria, percussioni
Marino Vettoretti – chitarre, synth guitar, flauto dolce
Ospiti:
Piergiorgio Caverzan:  clarinetto basso, sax soprano
Sara Masiero:–arpa celtica
Elvira Cadorin:  voce

Il tessuto musicale dell’opera si sviluppa secondo i canoni della suite, una serie di composizioni legate fra di loro da brevi transizioni che, prive di soluzioni, ne fanno un continuum unico. Seguendo concettualmente il racconto, ogni parte è contraddistinta da suoni e parole che definiscono la dimensione spazio-temporale specifica, filtrata comunque dall’originalità dello stile proprio degli Antilabé.

 
 
 

“Domus Venetkens” is the third album for the Venetian ensemble ANTILABE ‘, this time in the form of a ten-piece suite, to tell a long journey, a story of Venetian migrations arriving from afar before settling in the current north-east of Italy. A journey with a Mediterranean breath painted by enchanting prog-ethno-jazz textures in which there are also brilliant classic quotes outlined by a Steinway piano from the 1800s.
Between elegant and transversal jazz-rock sounds with seventies influence and refined symphonic features, “Domus Venetkens” is probably the most enthusiastic work of Antilabe ‘in their twenty-five year course.

 
 
 
The musical fabric of the work is developed according to the canons of the suite, a series of compositions linked to each other by short transitions that make it a unique continuum. Conceptually following the story, each part is marked by sounds and words that define the specific space-time dimension, however, filtered by the originality of the style of Antilabéband.

 

25 ANNI!!!

07.11.2018 18:10

L’embrione del gruppo nasce nel 1993, così recita l’incipit degli Antilabé nel nostro sito…

Travolti dagli inevitabili avvenimenti che costellano la vita di ognuno di noi, e di conseguenza del gruppo, in questi ultimi anni ci siamo accorti di aver perso di vista il fattore tempo: creare, provare, programmare, cercare di suonare e proporre la nostra musica con difficoltà sempre più crescenti, dimenticando che intanto tutto scorre, inesorabilmente… Tempus fugit!

Un bel giorno, però, arriva la voglia di voltarsi indietro e di chiederci cosa abbiamo realizzato ed è così che ci ritroviamo a rovistare nei cassetti della memoria, alla ricerca di foto, articoli, notizie, registrazioni e tale è lo stupore quando il resoconto finale restituisce una cronologia che non ci aspettavamo: 1993-2018, 25 anni!

Non sappiamo ancora se questa storia continuerà o, se al pari di molte altre, ha innescato il decorso naturale che la porterà ad esaurirsi; di certo c’è la soddisfazione, nel nostro piccolo, di aver contribuito ad arricchire le pagine della Musica!

E quale modo migliore per festeggiare questo 25° se non l’aver prodotto un nuovo lavoro che vede la luce proprio in questi giorni?     

Con la suite Domus Venetkens si completa quella che noi definiamo la trilogia “D”, dalle iniziali dei nostri 3 CD. Gli esordi discografici ci riconducono al 1997, anno in cui produciamo Dedalo: l’album, distribuito dalla Tring, racchiude in sé tutte le caratteristiche dello stile Antilabé ed è già evidente la ricerca di sonorità di largo respiro e di testi che attingono a culture differenti, creando così i prodromi di quello che sarà, molto più in là nel tempo, il secondo lavoro del gruppo. Diacronie è un’autoproduzione del 2010, frutto di un vissuto esperenziale ampio ed eterogeneo, universo onirico evocante suoni ed immagini, idee e sentimenti. Colpisce subito la partecipazione di una nutrita schiera di collaboratori, fra i quali spiccano l’americano Mike Applebaum (leader trumpet nell’orchestra del M° Ennio Morricone, nonché collaboratore di molti nomi di fama internazionale) e poi Vittorio Matteucci, artista eclettico dotato di una perfetta simbiosi fra canto e recitazione, interprete di musical di successo quali Notre-Dame de Paris e I Promessi Sposi. Ed il viaggio attraverso il tempo continua con questa terza opera, Domus Venetkens , un concept-album dedicato agli antichi Veneti (gli Enetioi o Venetkens secondo le testimonianze a noi conosciute), percorrendo a ritroso i sentieri e le rotte di un popolo che molti anni fa abbandonò le proprie radici seguendo uno dei tanti flussi migratori che da sempre hanno caratterizzato la storia dell’uomo.

 

********************************************************************************************************************************

 

The embryo of the group was founded in 1993, so recites the incipit of the Antilabé in our site ... Overwhelmed by the inevitable events that dot the life of each of us, and consequently the group, in recent years we realized we had lost given the time factor: create, try, program, play and propose our music with ever-increasing difficulties, forgetting that in the meantime everything flows inexorably ... Tempus fugit! One day, however, comes the desire to look back and ask what we have done and that's how we find ourselves rummaging through the drawers of memory, looking for photos, articles, news, recordings and such is the amazement when the final report returns a chronology that we did not expect: 1993-2018, 25 years! We do not know if this story will continue or, like many others, has triggered the natural course that will eventually lead to it; of course there is the satisfaction, in our small, of having contributed to enrich the pages of Music! And what better way to celebrate this 25th if not having produced a new work that sees the light in these days? With the Domus Venetkens suite, an album to be distributed by Lizard Records, we complete what we call the "D" trilogy, from the initials of our 3 CDs. The debut album dates back to 1997, the year in which we produce Dedalo: the album, distributed by Tring, contains all the features of the Antilabé style and the search for broad sound and texts that draw on different cultures is already evident. , thus creating the prodromes of what will be, much later in time, the second work of the group. Diacronie is a self-production of 2010, the result of a wide and heterogeneous experiential experience, a dreamlike universe evoking sounds and images, ideas and feelings. It is immediately striking the participation of a large group of collaborators, among whom stand out the American Mike Applebaum (leader trumpet in the orchestra of Maestro Ennio Morricone, as well as collaborator of many internationally renowned names) and then Vittorio Matteucci, an eclectic artist with a perfect symbiosis between singing and acting, performer of successful musicals such as Notre-Dame de Paris and I Promessi Sposi. And the journey through time continues with this third work, Domus Venetkens, a concept-album dedicated to the ancient Venetians (the Enetioi or Venetkens according to the testimonies known to us), traveling backwards the paths and routes of a people that many years ago abandoned its roots following one of the many migratory flows that have always characterized the history of man.

Ci siamo!

29.05.2018 10:17

E finalmente ci siamo! Il mese di Marzo ci ha visti impegnati in sala di registrazione presso lo studio AreaMagister di Preganziol, con il prezioso Andrea Valfré pronto a "riprendere" i suoni del nostro ultimo lavoro: Domus Venetkens. Come già accennato, si tratta di una suite in stile prog-rock, un album concept sulle orme degli antichi Veneti, alla ricerca di percorsi immaginari per rivivere il passato alla maniera degli Antilabé

Grazie alle creazioni del compositore Graziano Pizzati e ai testi dell'autore Adolfo Silvestri, abbiamo realizzato un viaggio sonoro a ritroso nel tempo, toccando ipoteticamente i luoghi di una memoria ancestrale della quale siamo a conoscenza solo in parte.

Attualmente siamo in fase di mixing e quindi a breve saremo pronti con il master. A corredo del CD ci saranno anche le splendide realizzazioni grafiche dell'artista Laura Nardelli, dieci tavole pittoriche, eseguite con la tecnica ad acquerello,  che riflettono in pieno lo spirito dell'opera delineandone gli aspetti più salienti.

Ringraziamo, inoltre, gli ospiti speciali che hanno collaborato con particolare empatia al raggiungimento del risultato finale, Elvira Cadorin ad alcune parti vocali e Piergiorgio Caverzan al sax soprano e al clarinetto basso.

Vi diamo appuntamento alle prossime news!

 

 

Folkest - 02 luglio h 21.15 Talmassons (UD)

27.06.2017 00:04

Antilabé in concerto - Piazza Vittorio Veneto - Talmassons (UD)

"Impressioni Mediterranee" - 18.06.2017 a Valdobbiadene

19.05.2017 20:14

#Musicalia2016

Ed eccoci pronti per un nuovo concerto, il 18/06/2017 nella prestigiosa sede di "Villa dei Cedri" a Valdobbiadene!

Ringraziamo per l'opportunità i ragazzi del coro Jupiter Voice ChoirBand che festeggiano il loro decimo anno di attività con la bellissima 

manifestazione MUSICALIA, un festival articolato in dieci rassegne a cadenza mensile dedicate alle nove Muse della classicità, con un

vasto programma di conferenze, spettacoli e concerti che attraversa l'universo dell'arte e della cultura: dalla musica al teatro, 

dall'astronomia alla danza, alla storia, alla letteratura. Il festival è itinerante e coinvolge diversi comuni della provincia di Treviso.

L'obiettivo è quello di valorizzare il territorio e diffondere la cultura ospitando artisti locali e personalità di grande prestigio nazionale. 

In continuità con l'attività del coro Jupiter Voices, Musicalia vuole essere un'iniziativa solidale:

l'intero ricavato del festival sarà devoluto a tre associazioni del territorio impegnate nel campo dell'infanzia, della povertà e della salute: 

Albatros, Fundación Doña Lucia e A.I.S.M. sezione di Treviso.

 

Antilabé su Radio Bollate - 18.05.2017

16.05.2017 23:45

#AnTriskellRCB | 18 maggio 2017

Giovedì 18 maggio alle 21.30 su Radio Città Bollate FM 101.7 o in streaming, in replica venerdì 19/05 h 09.00.

Cliccate di seguito sul link per scaricare il file mp3 della trasmissione

 Antilabé a Radio Città Bollate 18 maggio 2017.mp3 (6969148) 

Antilabé: Folk-Prog senza gabbie

24.04.2017 10:42

Ecco l'intervista apparsa di recente su Folk Bulletin.

Potete leggerla per intero al seguente link:

 https://www.folkbulletin.com/antilabe-folk-prog-senza-gabbie/ 

o nella pagina della Rassegna stampa

 

 

 

Accesso alla finale del concorso Suonare@Folkest 2017 – Votazioni del Pubblico.

11.04.2017 22:50

Ci date una mano ad arrivare fra i primi 3? Grazie a tutti!!!
Si potrà votare 
dalle 00,00 del giorno 12 aprile 2017 alle ore 24,00 del giorno 19 aprile 2017.
Clickando MI PIACE (una sola volta perchè come sapete ripetendo l'operazione il "like" scompare) 
al seguente link, scorrete in basso fino ad arrivare al video degli ANTILABE'

 

Festival Rock Progressive - 02/12/2016 - Teatro Astra S.Donà di Piave

04.12.2016 13:46

Ecco un primo assaggio di Domus Venetkens

 

 

Domus Venetkens

26.11.2016 16:55
Come già annunciato, venerdì 02/12/2016, presso il Teatro Astra di San Donà di Piave, presenteremo un estratto dal nostro ultimo lavoro “Domus Venetkens”, una suite che riprende i concept-album del “progressive” prima maniera. L’opera fa parte di un progetto più ampio che prevede anche l’uscita di un libro, un fantasy storico ispirato agli antichi Veneti, gli Enetoi che molti anni fa, subito dopo la guerra di Troia, intrapresero un lungo viaggio verso terre a loro sconosciute, arrivando nell’attuale territorio del Veneto.
 
Un destino ancora attuale, fuggire dalla guerra alla volta di una terra promessa non ben definita…
 
Un viaggio fantastico, a ritroso nel tempo, immaginando di ritornare nell'antica patria.
Dalla splendida cornice della Venezia settecentesca con il suo Carnevale, fra giochi e divertimenti, balli e feste, il Destino prepara il suo piano occulto e crea il primo contatto con il passato: imbarcati su una galea, i nostri protagonisti, dopo varie peripezie, raggiungeranno Gangra, la mitica capitale della Paflagonia
Dal punto di vista strettamente musicale, l’ouverture della suite, grazie anche all’utilizzo onomatopeico della lingua venetica, è caratterizzata da un’atmosfera immaginifica, i cui contorni appena accennati costituiscono il preludio di quella che nel prosieguo dell’opera sarà sempre più una fisionomia delineata.
Da sonorità vagamente vivaldiane, inusualmente supportate da ritmiche in tempo dispari di 7/4, si passerà alle atmosfere medio-orientali della Bosnia ottomana, per giungere a destinazione attraverso la rielaborazione di melodie turco-persiane, in un crescendo musicale che si lega sinergicamente all'antica lingua venetica.
 
Per l'occasione,  nelle vesti di special guest, si esibirà con noi  il jazzista trevigiano Piergiorgio Caverzan al sax soprano e al clarinetto basso.
 
1 | 2 >>

Benvenuti nel nostro sito

E finalmente torniamo a dare segnali di fumo!!!

Dopo le ultime esibizioni, che oramai risalgono al 2013, qualcuno ci dava per dispersi, ma così non è...

Da qualche tempo stiamo lavorando ad un nuovo progetto che vede in primis il rientro di Graziano Pizzati, pianista-compositore già presente nella prima formazione degli Antilabé. Si ricrea così il fortunato sodalizio Pizzati-Silvestri, dopo vari anni siamo tornati a lavorare insieme unendo le nostre idee e motivati da una rinnovata vena creativa. 

La parola chiave, utile a farvi orientare,  è "suite" (in francese= successione), una serie di brani che senza soluzione di continuità ruotano intorno ad un tema comune, un nostalgico ritorno ai concept-album degli anni '70 che tanto hanno influenzato anche la nostra formazione musicale. Per realizzare questo lavoro ci siamo ispirati ad un racconto fantasy che stiamo scrivendo contemporaneamente alla suite, una sorta di reciproco supporto fra suoni e parole al fine di valicare i confini dello spazio e del tempo...

Al momento non vi sveliamo ulteriori dettagli, vorremmo che la curiosità vi portasse a visitare più spesso il nostro sito, dove troverete di volta in volta le ultime novità.

Chiudiamo questa prima anticipazione con una collaborazione ad hoc per questo nuovo lavoro: la cantante Elvira Cadorin, già ospite nel CD Diacronie, ha accettato con grande entusiasmo la nostra proposta e affiancherà Carla Sossai in un alternarsi quanto mai variegato di duetti e parti solistiche.

Un saluto a tutti e alla prossima!